Venezia78, Alberto Barbera: «Vedere film in casa è una perdita, la sala è ricca di emozioni»

- Advertisement -

Anche Alberto Barbera dice la sua sul dibattito “sala vs. streaming”: ecco cosa ha dichiarato alla conferenza stampa di apertura di Venezia 78

Durante la conferenza stampa di presentazione di Venezia78, Alberto Barbera ha dichiarato, in merito al discorso del divario tra sala e streaming che “Andranno trovate delle regole, si dovrà convenire su inevitabili ragioni di coesistenza, ossia la possibilità di far uscire prodotti in sale e in streaming, ma questo sarà una trattativa tra gli interessati”.

“Credo che non si debba demonizzare il ruolo della piattaforme, una quantità di film vengo realizzati grazie ai finanziamenti degli streamer. Il fatto che gli spettatori oggi abbiano una disponibilità di scelta molto alta rispetto al passato è un fattore positivo. Prima si andava al cinema, ma il numero di titoli era decisamente inferiore. Oggi, invece, l’offerta è superiore e grazie alle piattaforme possiamo scegliere se andare al cinema o rimanere a casa. Lo spettatore farà scelte diverse in base alle proprie esigenze”.

alberto barbera venezia 20214
Mandatory Credit: Photo by CLAUDIO ONORATI/EPA-EFE/Shutterstock (10373573k) Film Festival Director Alberto Barbera poses during a photocall at 76th annual Venice International Film Festival, in Venice, Italy, 28 August 2019. Mastronardi will host the opening ceremony. The festival runs from 28 August to 07 September. Jury – Photocall – 76th Venice Film Festival 2019, Italy – 28 Aug 2019
- Advertisement -

Ma Barbera preferisce la sala, ecco perché: “È evidente che il modo migliore di vedere un film è in sala, sul grande schermo, col Dolby Atmos, condividendo l’esperienza della visione con altri sconosciuti. È qualcosa che a casa non si può avere. La visione di un film a casa è una perdita.

- Advertisement -
- Advertisement -
Ultimi articoli
- Advertisement -
Articoli che potrebbero piacerti