Disney nomina Alan Bergman presidente dei Disney Studios Content

Disney nomina Alan Bergman presidente dei contenuti dei Disney Studios; Alan Horn rimarrà come Chief Creative Officer

- Advertisement -

Disney nomina Alan Bergman presidente dei Disney Studios Content, mentre Alan Horn continua a ricoprire il ruolo di Chief Creative Officer della divisione.

I due in precedenza erano co-presidenti da maggio 2019. Al Disney Investor Day il 10 dicembre girava la notizia che Horn avrebbe potuto ritirarsi, ma non è questo il momento per il veterano dell’industria cinematografica da 50 anni. Rimane parte integrante della pipeline di produzione Disney poiché la società impegnerà 14 miliardi – 16 miliardi di dollari di Hollywood per i contenuti in streaming Disney + nei prossimi quattro anni.

- Advertisement -

Sia Bergman che Horn continueranno a fare riferimento al CEO della Disney Bob Chapek, e tutti i capi degli studi di produzione continueranno riferirs a Bergman e Horn mentre supervisionano i film sul grande schermo e i film e le serie Disney +.

Insieme, Bergman e Horn hanno visto l’integrazione nel 2012 di Lucasfilm e l’assorbimento nel 2019 degli studi della 20° Century, e hanno portato i Walt Disney Studios a registrare record al botteghino del settore di 7 miliardi di dollari nel 2016 e 2018 e 11 miliardi di dollari nel 2019 con un film con il marchio Lucasfilm, Marvel, Pixar, Disney Animated Studios e Disney dal vivo.

- Advertisement -

I nuovi titoli di Bergman e Horn entreranno in vigore il 1 ° gennaio 2021. Horn ha portato molta stabilità alla Disney dopo il suo arrivo nel 2012, in particolare quando sono avvenuti gli acquisti di Lucasfilm e Marvel. Questo dopo i tumultuosi risultati del regno di Rich Ross quando lo studio ha avuto enormi flop.

Le azioni della Disney hanno raggiunto il massimo record di 179,45 dollari l’11 dicembre, con le azioni che continuano a salire a 171,18 dollari alle 13:11 EST. Nonostante lo studio fosse finanziariamente sottosopra con i parchi a tema e un mercato teatrale in difficoltà in tempi di Covid, Wall Street ha risposto con entusiasmo al successo della Disney nel mercato dello streaming. Ciò ha comportato la messa in servizio di alcuni dei loro prodotti teatrali principali, ad esempio Hamilton, Mulan e il prossimo film della Pixar Soul, che uscirà il giorno di Natale.

“I risultati dei Walt Disney Studios sotto la guida di Alan Horn e Alan Bergman sono stati a dir poco straordinari. Avendo lavorato a stretto contatto per anni con Alan Bergman, un leader eccezionale e un dirigente comprovato, non potrei essere più lieto di nominarlo presidente “, ha affermato Chapek. “E siamo incredibilmente fortunati che Alan Horn continui come Chief Creative Officer degli Studios. I nostri studi non hanno eguali nella loro capacità di creare incredibili esperienze cinematografiche e, con questa nuova struttura, stiamo assicurando una continuità vitale di leadership “.

“Sono grato di assumere il ruolo di Presidente degli Studios perché credo profondamente nelle nostre persone, nella nostra cultura e nel lavoro che facciamo”, ha detto Bergman, aggiungendo: “Sono anche grato a Bob Iger e Alan Horn per la loro leadership e la fiducia che hanno riposto in me nel corso degli anni e in Bob Chapek per il suo continuo supporto, specialmente durante questo anno impegnativo “.

“È stato un onore guidare i Walt Disney Studios negli ultimi otto e più anni, e sono molto grato non solo a Bob Iger per averlo reso possibile in primo luogo, ma anche al team di Studios, che trovo infinitamente stimolante – Spero che siano tutti orgogliosi di quello che siamo stati in grado di fare insieme quanto me “, ha detto Horn. “È stata una corsa straordinaria e mi sembra il momento giusto per spostare la mia attenzione esclusivamente sulla nostra enorme lista creativa. Per quanto riguarda il nostro nuovo Presidente degli Studios, Alan Bergman è stato al mio fianco sin dal primo giorno; è stato il miglior partner immaginabile e la squadra non potrebbe essere in mani migliori “.

In qualità di presidente, Bergman, veterano della Disney da 24 anni, continuerà a presiedere la creatività, la produzione, il marketing e le operazioni per i contenuti dei Disney Studios, che includono Disney, Walt Disney Animation Studios, Pixar Animation Studios, Marvel Studios, Lucasfilm, 20th Century Studios, Searchlight Pictures, Blue Sky Studios e Disney Theatrical Productions. Prima del 2019, è stato presidente dei Walt Disney Studios per 14 anni.

La serie di vittorie di Horn alla Warners include successi mondiali come la serie di Harry Potter, Batman Begins, Il cavaliere oscuro, i vincitori dell’Oscar per il miglior film The Departed e Million Dollar Baby e la serie Ocean’s Eleven. Ha co-fondato la Castle Rock Entertainment, dove è stato presidente dal 1987 al 1999 alla guida di una lista di vincitori che includeva film come A Few Good Men, When Harry Met Sally, The Shawshank Redemption e la serie televisiva di successo della NBC Seinfeld. Horn è stato Presidente e Chief Operating Officer della Twentieth Century Fox Film Corporation dal 1985 al 1986, dopo aver iniziato l’attività nel 1973 presso Norman Lear e la Embassy Communications di Jerry Perenchio, dove ha ricoperto infine il ruolo di Presidente e Amministratore delegato.

- Advertisement -

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi articoli