Cosa sarà, recensione del film di Francesco Bruni

Recensione di Cosa sarà, l’ultima commedia di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart, Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Fotinì Peluso e Giuseppe Pambieri

- Advertisement -

Il film di chiusura della Festa del Cinema di Roma è l’ultima fatica firmata Francesco Bruni, Cosa sarà (trailer), con Kim Rossi Stuart, Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Fotinì Peluso e Giuseppe Pambieri. Il lungometraggio, prodotto da Palomar e Vision Distribution in collaborazione con Sky e Amazon Prime Video, è in sala a partire da oggi 24 ottobre 2020.

Bruno Salvati è un regista di poco conto ed è separato dalla moglie Anna, madre dei suoi due figli adolescenti, Adele e Tito. A causa di un piccolo incidente, Bruno scopre di essere affetto da una patologia, una forma di leucemia ed ha bisogno di un donatore. La malattia conduce il regista a rivalutare i legami familiari, specialmente con suo padre. Sarà proprio quest’ultimo a rivelargli un segreto che condurrà Bruno a alla ricerca di qualcuno che potrà salvargli la vita.

- Advertisement -

Questa particolare edizione della Festa del Cinema di Roma è quasi giunta al termine e non poteva concludersi in modo migliore. Cosa sarà, film più personale del regista (basti pensare al cognome dell’autore, Bruni, e il nome del protagonista, Bruno), si è rivelato una sorpresa nel panorama cinematografico italiano degli ultimi anni. Nonostante l’interpretazione poco continuativa e in certi momenti al limite del teatrale, Bruni trascina lo spettatore in un’altalena di emozioni contrastanti senza ricorrere a figure stereotipate o comuni grazie alla buona costruzione dei personaggi messi in scena.

La potenza narrativa del film, ulteriore dimostrazione del talento di Francesco Bruni nell’entrare in contatto con lo spettatore, sta proprio nel riuscire a cambiare tono alla storia da un momento all’altro. Sbagliare in quest’occasione sarebbe stato molto semplice, ma il regista romano dimostra la sua abilità nel giocare con le nostre emozioni rendendoci vicinissimi all’esistenza di Bruno Salvati. Il lungometraggio è una delle tante storie che non vorremmo mai sentire o vedere perché la realtà della vita è credule e difficile da accettare. Cosa sarà non racconta soltanto il viaggio travagliato di esseri umani la cui vita cambia da un giorno all’altro, ma una storia sui rapporti umani, sulla famiglia ed elogia la vita. «Se muori sei uno stronzo», dice Adele al padre Bruno. Ed è vero, morire è proprio una stronzata.

- Advertisement -

Questa era la recensione di Cosa sarà, film scritto e diretto da Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart, Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Fotinì Peluso e Giuseppe Pambieri. Da oggi 24 ottobre al cinema.

- Advertisement -

PANORAMICA RECENSIONE

Regia
Sceneggiatura
Interpretazione
Fotografia
Montaggio

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi articoli