Armie Hammer e l’offerta che “non poteva rifiutare”

Armie Hammer sarà il nuovo Albert S. Ruddy nella seria "The Offer"

- Advertisement -

Gli farò un’offerta che non potrà rifiutare

Ironicamente lo si potrebbe immaginare così il momento in cui Paramount ha proposto all’attore statunitense Armie Hammer di far parte del cast della nuova serie limitata “The Offer”. L’offerta però non è stata solo quella di prendere parte nella serie, ma piuttosto quella di interpretare Albert S. Ruddy, il produttore del celebre film del 1972 “Il Padrino”. Nonostante sia noto ai più con la sua traduzione italiana, il film del 1972 ha origini americane ed il suo titolo originale è proprio “The Godfather”, prodotto da Paramount Pictures, in cui Don Vito Corleone è interpretato dall’inimitabile Marlon Brando che resta l’unico e vero Padrino.

La nuova serie di Paramount+ pone l’obiettivo non più sul celebre Don Vito, ma piuttosto su una figura che si trova dietro la cinepresa: il protagonista dei dieci episodi, infatti, è il produttore Albert S. Ruddy nella sua costruzione del film di “The Godfather” insieme al regista Francis Ford Coppola e all’autore del romanzo da cui trae origine il film Mario Puzo. Probabilmente il nuovo progetto di Paramount snocciolerà alcuni retroscena inediti e particolarità che sono del tutto nuovi per gli spettatori, da sempre concentrati sul personaggio di Marlon Brando, che ora proietteranno l’attenzione altrove.

Armie Hammer
L’attore statunitense Armie Hanner
- Advertisement -

Armie Hammer non avrà un ruolo semplice se si pensa che dovrà interpretare un premio Oscar di tutto rispetto, ma anche lui conta alla spalle una carriera degna di nota: Armie Hammer ottenne nel 2010 il riconoscimento come miglior attore non protagonista nel film “The Social Network” di David Fincher dalla Toronto Films Critics Association; successivamente numerose furono altre Nomination e vittorie in diversi ruoli da narratore dell’anno, a miglior attore non protagonista, passando per il Premio Ensemble cast.

L’attore di “Chiamami col tuo nome”, del 2017, sembra che abbia già firmato il contratto per questa nuova esperienza che vedrà lo stesso Ruddy presente come produttore esecutivo, insieme a Nikki Toskano, Emmy Leslie Greif e allo scrittore Micheal Tolkin che ne ha curato la stesura. Si prospetta un anno ricco di impegni per Armie Hammer il quale presterà il volto anche nel thriller in uscita “Death on the Nile” diretto da Kenneth Charles Branagh, tratto dall’omonimo libro di Agatha Christie; prenderà parte al progetto di “Shoutgun Wedding” con l’iconica star Jennifer Lopez e contemporaneamente tornerà nella pungente commedia di Tracy Letts “The Minutes”.

- Advertisement -
- Advertisement -
Ultimi articoli
- Advertisement -
Articoli che potrebbero piacerti